Indice del forum

OrdineFarmacistiSa

Portale di discussione e approfondimento su tematiche ordinistiche e farmaceutiche

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

FARMACI: ARRIVA IN ITALIA CONTRACCETTIVO CHE DURA 3 ANNI
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> News
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
ordfarmsa

Guru
Guru


Admin



Registrato: 19/03/11 12:48
Messaggi: 288
ordfarmsa is offline 

Località: Salerno





italy
MessaggioInviato: 15 Apr 2011 20:49:43    Oggetto:  FARMACI: ARRIVA IN ITALIA CONTRACCETTIVO CHE DURA 3 ANNI
Descrizione:
Rispondi citando

FARMACI: ARRIVA IN ITALIA CONTRACCETTIVO CHE DURA 3 ANNI

Arriva nel nostro paese un nuovo tipo di contraccettivo ormonale: si tratta di un bastoncino lungo 4 centimetri e largo 2 millimetri che si impianta sotto la cute del braccio e vi rimane posizionato per 3 anni. ''I vantaggi sono molteplici - spiega Chiara Benedetto, professoressa di ginecologia presso l'Universita' di Torino - il farmaco non contiene infatti estrogeni e puo' quindi essere utilizzato anche da donne che presentano controindicazioni al loro uso''. Inoltre non ha il rischio di essere dimenticato, come puo' accadere con l'assunzione della pillola ormonale. ''Se poi la donna cambia idea e vuole farsi togliere il contraccettivo - continua Benedetto - puo' farlo in qualsiasi momento dal ginecologo, che lo rimuovera' con una lieve anestesia locale''. Nel frattempo una ricerca dell'Eurisko dimostra che la contraccezione e' poco usata. Nonostante l'offerta di farmaci assumibili con varie modalita', infatti, il 20% delle italiane preferisce il coito interrotto o metodi non ormonali, il 44% ha smesso di usare contraccettivi e il 15% non li ha mai presi. Solo il 21% ricorre a pillola, anello e cerotto.(ANSA).

_________________
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Adv



MessaggioInviato: 15 Apr 2011 20:49:43    Oggetto: Adv






Torna in cima
ordfarmsa

Guru
Guru


Admin



Registrato: 19/03/11 12:48
Messaggi: 288
ordfarmsa is offline 

Località: Salerno





italy
MessaggioInviato: 16 Giu 2011 10:06:01    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

La pillola dei 5 giorni dopo
Via libera del Consiglio superiore sanità

15 GIUGNO
ROMA - Primo sì da parte del Consiglio Superiore di Sanità per l'arrivo in Italia della cosiddetta pillola dei cinque giorni dopo. L'organo consultivo del ministro della Salute ha infatti espresso un parere favorevole, secondo quanto si è appreso, che ne vieterebbe l'utilizzo solo in caso di gravidanza accertata, essendo un farmaco per la «contraccezione di emergenza» e non per l'aborto. Per l'autorizzazione del medicinale è comunque necessario un via libera da parte dell'Agenzia italiana del farmaco (Aifa).

Già approvata dall'autorità farmacologica europea (Emea) nel marzo 2009 e anche negli Stati Uniti, la pillola dei 5 giorni dopo è a base di ulipristal acetato. A differenza della pillola tradizionale, il nuovo farmaco, pur agendo con un meccanismo simile, può essere assunto fino a 5 giorni dopo il rapporto a rischio e secondo recenti studi non perde di efficacia per tutto il tempo in cui può essere somministrato. Attualmente è già in commercio in Gran Bretagna, Francia, Germania e Spagna. L'azienda che detiene il brevetto ha avanzato a gennaio 2010 anche all'Agenzia italiana del farmaco (Aifa) la richiesta per la commercializzazione.

La cosiddetta pillola dei 5 giorni dopo «non è abortiva» ma rappresenta un contraccettivo d'emergenza. Così il Consiglio superiore di sanità (Css), secondo quanto di apprende, ha risposto al ministro della Salute Ferruccio Fazio che, nella richiesta di parere avanzata all'organo consultivo, chiedeva proprio di chiarire se tale farmaco sia da considerarsi ad effetto contraccettivo o invece abortivo. Il Css si è dunque pronunciato affermando che la pillola dei 5 giorni dopo non ha effetto abortivo. Questo per un motivo preciso: l'aborto è infatti la rimozione dell'embrione già annidato in utero, cosa che avviene dopo il sesto/settimo giorno da un rapporto potenzialmente a rischio.

La nuova pillola è invece utilizzabile nei 5 giorni dopo il rapporto a rischio (successivamente non avrebbe effetto), prima dunque che si verifichi l'eventuale annidamento dell'embrione in utero. Inoltre, sempre secondo quanto si apprende, non sarebbe prevista dal Css alcuna limitazione d'uso a tale farmaco che, come gli altri prodotti di contraccezione d'emergenza, sarà venduto in farmacia.

_________________
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> News Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Puoi allegare files in questo forum
Puoi scaricare files da questo forum





OrdineFarmacistiSa topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008