Indice del forum

OrdineFarmacistiSa

Portale di discussione e approfondimento su tematiche ordinistiche e farmaceutiche

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

RICAMBIANO LA LEGGE SU ORARI E TURNI FARMACIE CAMPANIA
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Area Professionale
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
marcello

Appassionato
Appassionato


Iscritti



Registrato: 10/06/11 22:44
Messaggi: 12
marcello is offline 







italy
MessaggioInviato: 12 Ott 2011 08:55:11    Oggetto:  RICAMBIANO LA LEGGE SU ORARI E TURNI FARMACIE CAMPANIA
Descrizione:
Rispondi citando

So di alcuni farmacisti, tra cui alcuni presidenti di ordini provinciali, che si stanno recando spesso in Regione per far cambiare la legge regionale riguardante i turni delle farmacie in campania( preciso per la quinta volta in tre anni !!!! e dopo che si sono battuti tanto per farla approvare in questo modo!!!). Da premettere che nonostante la nuova legge sia in vigore da fine giugno in molte città gli ordini chiudono gli occhi ed i farmacisti più furbi fanno quello che vogliono. Ora dal momento che bisogna accontentarli da un punto di vista LEGALE e poichè il limite di 80.000 abitanti scontenta alcuni di loro ( e si ha paura del censimento che si sta svolgendo) si sta cercando di fare pressione in modo che nei comuni con più di 15 farmacie ritorna la liberalizzazione completa (notturno, sabato, domenica H 24) mentre al di sotto si rimane imbrigliati in tutte queste regole balorde. E la cosa più vergognosa e che FEDERFARMA dovrebbe tutelare tutti gli iscritti senza alcuna distinzione ed invece appoggia queste vergognose iniziative. In questo modo si assisterebbe ad una migrazione di utenti verso queste zone maggiormente servite con stravolgimento della capillarità della rete.
se ci deve essere liberalizzazione allora deve essere uguale per tutti dal momento che facciamo tutti parte dello stesso sindacato e paghiamo tutti le stesse tasse ( eccezion fatta per le farmacie rurali in cui proprio per il contesto in cui si trovano alcune regole potrebbero salvaguardarle )
Bisogna unire le nostre forze e far sentire la nostra voce. Basta con i soliti furbetti. Le regole devono essere uguali per tutti.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Adv



MessaggioInviato: 12 Ott 2011 08:55:11    Oggetto: Adv






Torna in cima
azairo

Appassionato
Appassionato


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio
Età: 44
Registrato: 12/06/11 23:00
Messaggi: 12
azairo is offline 







italy
MessaggioInviato: 17 Ott 2011 18:27:27    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Sono fermamente convinto che ha ragione il caro collega del post precendete, cioe' , se liberalizzazione dei turni deve esserci che lo sia per tutte le farmacie urbane, anzi io prenderei spunto da una normativa regionale del Lazio, gia' in vigore: laddove in una citta' ci sono delle farmacie che svolgono il servizio fino alle 2130 di sera e anche di sabato e domenica, si dia la possibilita' alle altre farmacie di esonerarsi dal turno notturno e festivo obbligatorio con comunicazione facoltativa di anno in anno.Non vedo infatti quale vantaggio potrebbe avere una farmacia periferica a svolgere il servizio notturno e festivo qualora nella stessa citta' o nel raggio di pochissimi km ci siano farmacie che chiudono alle 2130 e sono aperte di sabato e domenica.Il caro farmacista notturnista se pagato correttamente percepisce oltre 13 euro lorde lora in busta , quale senso avrebbe continuare a svolgere tale servizio in perdita?
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Indirizzo AIM
azairo

Appassionato
Appassionato


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio
Età: 44
Registrato: 12/06/11 23:00
Messaggi: 12
azairo is offline 







italy
MessaggioInviato: 17 Ott 2011 18:35:57    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Con la liberalizzazione totale dei turni e dei festivi ,ammesso che vi siano farmacie che nelle citta' vicine svolgano il notturno permanente e nella stessa citta' vi sia almeno una farmacia che chiuda alle 2130 si creerebbero vantaggi per tutti a patto che si rispettino le seguenti condizioni:
a) liberalizzazione totale dei turni con l'obbligo che la farmacia che comunica di svolgere il servizio di sabato e di domenica e di festivo lo faccia tutto l'anno solare
b) facolta', non obbligo, per le rimanenti farmacie di chiedere la dispensa annuale dei turni diurni notturni e festivi, palesemente antieconomici e di nessuna utilita'
c) cittadino meglio servito , perche' inevitabilmente la liberta' fara' rimanere piu' farmacie aperte nelle zone piu' centrali.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Indirizzo AIM
marcello

Appassionato
Appassionato


Iscritti



Registrato: 10/06/11 22:44
Messaggi: 12
marcello is offline 







italy
MessaggioInviato: 17 Ott 2011 21:16:21    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Purtroppo anzichè lavorare in farmacia bisognerebbe avere il tempo di andare in Regione, come fanno i Presidenti........, per spiegare ai consiglieri regionali che non possono fare leggi per privilegiare solo una parte della categoria: oggi Casoria e domani Castellammare di Stabia perchè abbiamo dimenticato alcuni amici.
Che vergogna!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
azairo

Appassionato
Appassionato


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio
Età: 44
Registrato: 12/06/11 23:00
Messaggi: 12
azairo is offline 







italy
MessaggioInviato: 18 Ott 2011 11:38:59    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Eppure basterebbe molto poco per soddisfare le esigenze di tutti, ma sembra che in Campania le cose debbono essere chieste per forza di cose come un fatto politico, in realta' basterebbe che una volta stabilite le farmacie che nell'arco di 20 km operano con apertura h 24 tutti i giorni della settimana, tutte le altre abbiano la facolta' e non l'obbligo di flessibilizzare il proprio orario di lavoro a seconda delle esigenze della zona, anche perche' non ha nessun senso essere costretti a rimanere aperti a costi esorbitanti per vendere poche decine di euro di parafarmaco, quando il cittadino e' ben servito da farmacie che svolgono un servizio h24 in zone centrali e che hanno tutta la capacita' di rientrare sulle spese.Tra l'altro molti colleghi dovrebbero capire una volta per tutte che la locazione della farmacia, zona centrale e ad alto flusso di gente fa sempre la differenza su qualsiasi orario di apertura , per cui tentare di mettere freni a tali farmacie sugli orari e solo autolesionista per le farmacie piu' periferiche, in quanto le aperture notturne e festive non stravolgeranno mai fatturati che dipendono dalle zone di locazione e da altri fattori ben piu' importanti.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Indirizzo AIM
marcello

Appassionato
Appassionato


Iscritti



Registrato: 10/06/11 22:44
Messaggi: 12
marcello is offline 







italy
MessaggioInviato: 18 Ott 2011 21:04:55    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

purtroppo la maggior parte delle farmacie ha una gestione puramente familiare ( padre, madre, figlio, e nel migliore dei casi fidanzata) e dal momento nei giorni di sabato e festivi e notturni non vogliono lavorare pretendono che tutte le farmacie vengono chiuse. Ma dovrebbero capire che non tutte le farmacie sono uguali. Vorrei solo ricordare a questi signori che fare H24 vuol dire assumere personale e soprattutto farmacisti perchè aumentano i turni di lavoro. Impedire queste iniziative in questo periodo di crisi a mio parere è pazzesco.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
azairo

Appassionato
Appassionato


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio
Età: 44
Registrato: 12/06/11 23:00
Messaggi: 12
azairo is offline 







italy
MessaggioInviato: 19 Ott 2011 10:41:48    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Son pienamente d'accordo con te caro Marcello, mi farebbe piacere stringerti la mano, hai centrato il segno, ma se ci sono cosi' tante farmacie che si avventurano a seguire le grandi con aperture h24 o tentano di impedire a molte altre di farlo, ci sono pure farmacisti piu' razionali come me, che comprendendo che e' perfettamente inutile rincorrere farmacie piu' grandi che non saranno raggiunte mai e tanto meno tentare di limitarne gli orari facendosi dei danni a se stessi , la strada migliore e' sempre quella di trovare soluzioni soddisfacenti per tutti.
Se si trova una soluzione presente anche in altre regioni che prevede:
a) farmacie aperte h24 , di sabato domenica e festivi , tutto l'anno solare
b) facolta' , non obbligo , per le farmacie che gravitano nell'arco di 20 km dalle suddette di esonerarsi dallo svolgimento dei turni di notte , domenicali e festivi obbligatori previa comunicazione all'ordine competente da farsi di anno in anno.
c) eliminazione del periodo di ferie estive per chi ne fa richiesta.
d) facolta' delle farmacie che non richiedono l'eliminazione delle ferie estive di stilarsi le proprie ferie a seconda delle esigenze proprie e della zona.
Tutto questo comporterebbe : massimizzazione dei livelli occupazionali, massimizzazione dei servizi resi al cittadino, che ne acquisterebbe anche in razionalita'.
Le farmacie piu' periferiche garantirebbero un servizio migliore e piu' razionale laddove necessiti , potendo estendere le aperture nei momenti in cui il servizio necessita e non trovandosi costrette a pagare inutilmente collaboratori notturni e festivi per vendere un paio di buste di latte e succhietti.
Chi non e' d'accordo con queste proposte puo' ritenersi solo mosso da volonta' e propositi che nulla hanno a che vedere con la razionalita' e con il servizio da rendere al cittadino e a se stesso
Grazie.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Indirizzo AIM
marcello

Appassionato
Appassionato


Iscritti



Registrato: 10/06/11 22:44
Messaggi: 12
marcello is offline 







italy
MessaggioInviato: 19 Ott 2011 20:10:32    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Vedi azairo la cosa grave a mio parere è l'ostruzionismo e l'incoerenza. Nello stato di Napoli, perchè a questo punto ogni città è uno stato a parte dal momento che si applicano leggi proprie, l'ordine dei farmacisti di Napoli consente aperture H24 tutti i giorni dopo che per ben cinque mesi si è battuto in primis per l'abrogazione della legge precedente" liberalizzatrice". Il presidente dell'ordine di Napoli si è battuto per ripristinare il riposo giornaliero, il riposo settimanale e la chiusura nel giorno festivo. E poi che fa? Dopo 10 giorni invia questa circolare:


omissis.............
IN CONSIDERAZIONE delle evidenti criticità che si registrano nei comuni di Napoli e Provincia con popolazione superiore ad ottantamila abitanti inevitabilmente connesse alla vasta e complessa articolazione dei propri territori, che rappresentano spesso elementi di preoccupante disorientamento per la popolazione assistita e possono comportare difficoltà nella individuazione tempestiva della farmacia di turno più vicina,
RITENUTA altresì primaria, proprio nell’ottica di rispondere con crescente efficienza alla necessità di assicurare nelle aree a più elevata criticità un maggiore e migliore servizio a favore ed a tutela dei cittadini assistiti, l’esigenza di assicurare l’introduzione di elementi di flessibilità ed adeguatezza del servizio farmaceutico offerto sul territorio dei comuni di Napoli e Provincia con popolazione superiore ad ottantamila abitanti, curando nel contempo il pieno rispetto della forte connotazione etica e professionale connessa al sistema dei turni e degli orari di servizio delle farmacie
RITENUTO infine assolutamente indifferibile scongiurare ogni possibile rischio di sguarnire eccessivamente, in occasione del Sabato mattina nei comuni ad elevata criticità (per l’appunto nei comuni di Napoli e Provincia con popolazione superiore ad ottantamila abitanti), un servizio essenziale e di pubblica utilità qual è il servizio di assistenza farmaceutica
DELIBERA nell’ambito del proprio ruolo previsto dalla norma di Ente proponente il dispositivo degli orari di servizio e dei turni nei comuni di propria competenza, la seguente proposta: Le farmacie di Napoli e Provincia con popolazione superiore ad ottantamila abitanti in via sperimentale e comunque fino al 31 Dicembre c.a. resteranno aperte tutti i Sabati mattina ad eccezione del proprio periodo di ferie estive e dei Sabati eventualmente ricadenti in un giorno festivo, se non di turno comandato ovvero se non aderenti al servizio aggiuntivo relativo alle aperture delle festività infrasettimanali. In occasione del Sabato pomeriggio il turno di servizio comandato sarà assicurato dalle farmacie che risultano di turno la Domenica successiva. Al fine di garantire un adeguato servizio in occasione del sabato pomeriggio, i titolari di farmacia del Comune di Napoli e di tutti i Comuni della Provincia a prescindere dal dato della popolazione, dovranno comunicare la loro disponibilità allo scrivente Ordine entro 10 giorni dalla ricezione della presente. (traminte fax al n. 081 5520961 o all’indirizzo email
) Pertanto quest’Ordine ricevute le disponibilità di cui sopra provvederà a trasmettere alle Autorità competenti la nuova proposta di turnazione per i relativi provvedimenti autorizzativi.
È gradita l’occasione per porgere ben distinti saluti.
IL SEGRETARIO IL PRESIDENTE
(Prof. Vincenzo SANTAGADA) (Dr. Giovanni Pisano)

Non me lo so spiegare.........
dopo aver fatto tanto per abrogare una liberalizzazione uguale per tutti, ci si mette a legiferare solo per una parte della categoria ed in spregio alla normativa vigente di cui ci si è battuti fino all'ultimo per farla approvare.
E' sicuramente da apprezzare il coraggio di ripresentarsi in consiglio regionale per chiedere ulteriori modifiche liberalizzatorie ma solo per gli amici
Di tutti gli altri e chi se ne frega......
Altro che ordine dei farmacisti.....questo è l'ordine delle Beffe!!!!!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
azairo

Appassionato
Appassionato


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio
Età: 44
Registrato: 12/06/11 23:00
Messaggi: 12
azairo is offline 







italy
MessaggioInviato: 20 Ott 2011 17:57:17    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Caro Marcello ti ripeto che mi piacerebbe stringerti la mano,rappresenti uno dei pochi colleghi saggi che sento esprimersi.Tuttavia ti ripeto, come credo, e' lecito che ognuno persegua i propri tornaconti personali e io , visto che ci troviamo in Campania , mi spingo a dire che e' lecito anche che lo facciano le strutture ordinistiche.Quello che proprio non mi va giu' e' che se da un lato si consente alle farmacie piu' grandi di aprire a proprio piacimento, piu' tempo di quanto necessario con notevole tornaconto economico,dall'altro lato non si consente alle farmacie piu' piccole di ottimizzare il proprio tempo libero e le proprie spese, e' una cosa assurda.L'OBBLIGATORIETA' DEI TURNI NOTTURNI E FESTIVI aveva un senso quando le farmacie chiudevano alle 2030, se a tutte e' concesso l'orario libero e l'apertura nelle festivita' non c'e' alcun senso alcuno obbligare a rimanere aperti di notte per pochi spiccioli e nei festivi tenendo personale lautamente pagato a fare chiacchiere in farmacia...con tutto il rispetto gradirei offrire una cena ai miei dipendenti purtroppo che vedermi costretto a tenerli in farmacia lavorando in perdita.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Indirizzo AIM
galeno75

Appassionato
Appassionato


Moderatori

Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 25/03/11 09:39
Messaggi: 19
galeno75 is offline 

Località: Salerno





italy
MessaggioInviato: 21 Ott 2011 10:13:52    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

azairo ha scritto:
Quello che proprio non mi va giu' e' che se da un lato si consente alle farmacie piu' grandi di aprire a proprio piacimento, piu' tempo di quanto necessario con notevole tornaconto economico,dall'altro lato non si consente alle farmacie piu' piccole di ottimizzare il proprio tempo libero e le proprie spese, e' una cosa assurda.L'OBBLIGATORIETA' DEI TURNI NOTTURNI E FESTIVI aveva un senso quando le farmacie chiudevano alle 2030, se a tutte e' concesso l'orario libero e l'apertura nelle festivita' non c'e' alcun senso alcuno obbligare a rimanere aperti di notte per pochi spiccioli e nei festivi tenendo personale lautamente pagato a fare chiacchiere in farmacia...


Su questo aspetto ti quoto al 100%, ma il problema e' esattamente questo:
voi parlate di 20 km, magari!
ma la direzione di marcia in tante realta' e' esattamente opposta:
I sindaci di tanti piccoli comuni per "farsi belli" e sbandierare un migliorato servizio, accessibilita' e capillarita', spingono per parcellizzare ancor di piu' il servizio ed imporre la presenza di farmacie aperte (h24 tramite turnazione) anche nel piccolo paesino.......con il risultato di avere tante farmacie obbligate a fare turno nel raggio di pochi chilometri, anche se in comuni diversi, in maniera antieconomica ed anche inutile per la popolazione.
altro che raggio di 20 km.......!! magari!!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
marcello

Appassionato
Appassionato


Iscritti



Registrato: 10/06/11 22:44
Messaggi: 12
marcello is offline 







italy
MessaggioInviato: 21 Ott 2011 13:32:21    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

ma se viene istituito dappertutto il servizio notturno volontario con l'obbligo di effettuarlo per tutta la notte e per tutto l'anno con la presenza obbligatoria del farmacista come accade a Napoli sicuramente ci saranno farmacie che possono essere esonerate se nel raggio di alcuni Km vi è una farmacia H24 aperta. Io credo che il servizio notturno, così come viene svolto a turno in molte città, è inutile ed antieconomico.
Inutile perchè molto spesso durante il turno notturno si fanno mancanti dal momento che alcune richieste riguardano farmaci che usualmente non vengono venduti da quella farmacia e quindi il cliente è costretto a cercare altre farmacie aperte, come spesso accade.
Antieconomico perchè alcune sere non c'è utenza e tu quel turno devi pagarlo al farmacista, o come spesso accade, sei rimasto in farmacia senza dormire e senza incassare nulla.
Una farmacia che svolge un notturno volontario permanente deve per forza assumere una squadra di farmacisti notturnisti (deve necessariamente creare nuovi posti di lavoro) e deve ampliare il magazzino per cercare di soddisfare quasi tutte le richieste degli utenti altrimenti il servizio notturno diventa solo disservizio.
Per fare tutto ciò bisogna sicuramente investire e rischiare e non tutti i farmacisti sono disposti a farlo.
ma impedire ciò a chi lo vuole fare solo perchè dobbiamo essere tutti uguali è pura follia. E' un non guardare in faccia la realtà. E' un ostruzionismo fine a se stesso che sicuramente danneggia la categoria.
Ognuno deve fare le sue scelte, ognuno nel rispetto della legalità deve poter condurre la sua azienda secondo le sue idee. Questa non è concorrenza è una scelta dal momento che bisogna dare a tutti le stesse possibilità
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
azairo

Appassionato
Appassionato


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio
Età: 44
Registrato: 12/06/11 23:00
Messaggi: 12
azairo is offline 







italy
MessaggioInviato: 21 Ott 2011 19:15:53    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

galeno75 ha scritto:
azairo ha scritto:
Quello che proprio non mi va giu' e' che se da un lato si consente alle farmacie piu' grandi di aprire a proprio piacimento, piu' tempo di quanto necessario con notevole tornaconto economico,dall'altro lato non si consente alle farmacie piu' piccole di ottimizzare il proprio tempo libero e le proprie spese, e' una cosa assurda.L'OBBLIGATORIETA' DEI TURNI NOTTURNI E FESTIVI aveva un senso quando le farmacie chiudevano alle 2030, se a tutte e' concesso l'orario libero e l'apertura nelle festivita' non c'e' alcun senso alcuno obbligare a rimanere aperti di notte per pochi spiccioli e nei festivi tenendo personale lautamente pagato a fare chiacchiere in farmacia...


Su questo aspetto ti quoto al 100%, ma il problema e' esattamente questo:
voi parlate di 20 km, magari!
ma la direzione di marcia in tante realta' e' esattamente opposta:
I sindaci di tanti piccoli comuni per "farsi belli" e sbandierare un migliorato servizio, accessibilita' e capillarita', spingono per parcellizzare ancor di piu' il servizio ed imporre la presenza di farmacie aperte (h24 tramite turnazione) anche nel piccolo paesino.......con il risultato di avere tante farmacie obbligate a fare turno nel raggio di pochi chilometri, anche se in comuni diversi, in maniera antieconomica ed anche inutile per la popolazione.
altro che raggio di 20 km.......!! magari!!


Caro amico collega mi fa piacere che ci sia piu' di un collega con il sale nella zucca,il problema e' facilmente risolvibile, occorre solo la buona volonta', nella Regione Lazio , a noi confinante , e' espressamente previsto dalla legge che se nell'ambito della stessa citta' o della stessa ASL vi e' piu' di una farmacia che svolge SERVIZIO NOTTURNO VOLONTARIO, le altre farmacie possono chiedere l'esonero dal servizio notturno in maniera facoltativa, facendo comunicazione all'Ordine di appartenenza nel mese di ottobre dell'anno precedente. Come vedi e' una banalita', se pensiamo alle tante volte che i presidenti degli ordini vanno in Regione Campania per farsi cambiare la legge, inserire questo articolo e' la cosa piu' elementare che si possa fare.Il problema e' che ci sono ancora colleghi poco avveduti che credono ancora che dannengiando se stessi pur di danneggiare il vicino sia la scelta piu' conveniente.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Indirizzo AIM
azairo

Appassionato
Appassionato


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio
Età: 44
Registrato: 12/06/11 23:00
Messaggi: 12
azairo is offline 







italy
MessaggioInviato: 21 Ott 2011 19:25:47    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

marcello ha scritto:
ma se viene istituito dappertutto il servizio notturno volontario con l'obbligo di effettuarlo per tutta la notte e per tutto l'anno con la presenza obbligatoria del farmacista come accade a Napoli sicuramente ci saranno farmacie che possono essere esonerate se nel raggio di alcuni Km vi è una farmacia H24 aperta. Io credo che il servizio notturno, così come viene svolto a turno in molte città, è inutile ed antieconomico.
Inutile perchè molto spesso durante il turno notturno si fanno mancanti dal momento che alcune richieste riguardano farmaci che usualmente non vengono venduti da quella farmacia e quindi il cliente è costretto a cercare altre farmacie aperte, come spesso accade.
Antieconomico perchè alcune sere non c'è utenza e tu quel turno devi pagarlo al farmacista, o come spesso accade, sei rimasto in farmacia senza dormire e senza incassare nulla.
Una farmacia che svolge un notturno volontario permanente deve per forza assumere una squadra di farmacisti notturnisti (deve necessariamente creare nuovi posti di lavoro) e deve ampliare il magazzino per cercare di soddisfare quasi tutte le richieste degli utenti altrimenti il servizio notturno diventa solo disservizio.
Per fare tutto ciò bisogna sicuramente investire e rischiare e non tutti i farmacisti sono disposti a farlo.
ma impedire ciò a chi lo vuole fare solo perchè dobbiamo essere tutti uguali è pura follia. E' un non guardare in faccia la realtà. E' un ostruzionismo fine a se stesso che sicuramente danneggia la categoria.
Ognuno deve fare le sue scelte, ognuno nel rispetto della legalità deve poter condurre la sua azienda secondo le sue idee. Questa non è concorrenza è una scelta dal momento che bisogna dare a tutti le stesse possibilità







TI quoto al 1000 per cento non al 100 per cento.Se i presidenti degli ordini avessero il buonsenso di andare in Regione anche per garantire la liberta' ai piu' piccoli e i piu' avveduti , facendo in modo che si inserisse come , ripeto, e' presente gia' nella regione Lazio un articolo che prevede la facolta'( giusto per non negarsi un diritto) di chiedere l'esonero dai festivi e dai turni laddove nella stessa ASl o nella stessa citta' vi e' una o piu' farmacie che svolge servizio notturno volontario, sarebbe la soluzione piu' equa per tutti : per i cittadini, per l'occupazione dei farmacisti, per le farmacie che oggi svolgono tale servizio in maniera antieconomica e per le farmacie che in effetti hanno vantaggi a tenere aperti h24.Sottolineo che queste ultime non altererebbero mai il fatturato delle altre solo perche' sono aperte h24 ma di per se' lavorano di piu' sulla base di altri fattori che sono indipendenti dall'apertura h24.
Se caso mai , caro Marcello dovessi farti promotore di una petizione che vada in questo senso presso l'ordine dei farmacisti, ti dico sin d'ora che avrai il mio PIENO APPOGGIO.
Chissa' se a volte si e' ingiustamente pessimisti e forse a questa cosa agli ordini della Campania non hanno mai pensato.Un grazie per il confronto.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Indirizzo AIM
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Area Professionale Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Puoi allegare files in questo forum
Puoi scaricare files da questo forum





OrdineFarmacistiSa topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008